Emanuelle Caillat, finalista del Premio Stendhal

Condividilo!

 emanuelle caillat TRADUCE patrick modiano

 dall’oblio più lontano

pubblicato da Einaudi in Italia e da Gallimard in Francia

Tra città invernali e remote, abitate da personaggi sfuggenti come la giovinezza, una storia su ciò che abbiamo di piú prezioso: quello che sopravvive al tempo distruttore, e che ci giunge, intatto e misterioso, dall’oblio piú lontano. Pubblicato un anno prima di Dora Bruder, Dall’oblio più lontano, uscito in Francia nel 1996, rievoca quegli anni Sessanta del Novecento che sono una delle cifre di stile di Modiano. Storia di amore e di memoria, Dall’oblio più lontano ripercorre la Parigi del Quartiere Latino appena precedente il Maggio, intrecciando memorie personali e frammenti di cronaca.

L’AUTORE: PATRICK MODIANO

Patrick Modiano è nato nel 1945 a BoulogneBillancourt, alle porte di Parigi. Nel 1978 si è aggiudicato il Prix Goncourt e nel 2012 il Premio Bottari Lattes Grinzane. Nel 2014 ha vinto il Premio Nobel per la Letteratura con la seguente motivazione: «Per l’arte della memoria con la quale ha evocato il destino umano piú inafferrabile e fatto scoprire il mondo vinto sotto l’occupazione». È autore di numerosi romanzi e racconti, tra cui Dora Bruder, Bijou, Un pedigree, L’erba delle notti.

LA TRADUTTRICE: emanuelle caillat

Dopo le lauree in Lingue Straniere e in Lettere moderne, Emmanuelle Caillat è coordinatrice del laboratorio di traduzione dal francese e Docente presso la Fondazione Universitaria San Pellegrino di Misano. Ha collaborato con E/O, Rizzoli ed Einaudi. “Tradurre è prima di tutto cercare di appropriarsi pienamente di un testo, in un certo senso ‘viverlo’, per coglierne l’essenza profonda e successivamente consegnarlo totalmente all’altro cercando di non tralasciare nulla”.