Silvia Turato, finalista nella sezione under 35 del Premio Stendhal

 silvia turato TRADUCE sorj chalandon

 la quarta parete

PUBBLICATO DA NN EDITORE IN ITALIA E DA GALLIMARD IN FRANCIA

Georges ha sognato di cambiare il mondo con la rivoluzione eppure, nelle rivolte del ’68 parigino ha solo affrontato con la spranga di ferro alcuni gruppi di studenti fascisti. Il teatro è la sua passione e gli farà conoscere Samuel Akunis, regista greco scappato alla dittatura. Sarà Samuel a dargli l’occasione che aspetta da tempo: mettere in scena l’Antigone di Anouilh tra le straziate strade di Beirut. Per la tragedia però bisogna patteggiare una tregua di due ore e mettere insieme un cast che dia voce a ciascuna delle parti in campo: Antigone canterà la nostalgia della terra di Palestina, Creonte farà risuonare la fede maronita, Emone brucerà dell’amore di un druso. Premio Goncourt degli studenti 2013.

L’AUTORE: SORJ CHALANDON

Sorj Chalandon, scrittore e giornalista, è nato nel 1952. Firma di Libération tra il 1973 e il 2007, ha condotto importanti reportages nelle più calde zone del mondo, dall’Irlanda del Nord al Libano, ricevendo importanti premi. Come scrittore, ha conseguito il Premio Goncourt degli Studenti con La quarta parete, e il Prix Médicis nel 2006 con Une promesse, edito da Grasset. Tra i suoi romanzi precedenti tradotti in Italia Il mio traditore (Mondadori, 2009) e Chiederò perdono ai sogni (Keller, 2014).

LA TRADUTTRICE: silvia turato

Silvia Turato, traduttrice dal francese e dall’inglese, entra nelle prime linee del lavoro editoriale nel 2010, ancora giovanissima. Ufficio stampa e insieme traduttrice, porta avanti per anni in parallelo e brillantemente le due passioni, fino a quando, giunta al bivio, sceglie la traduzione con un fiuto particolare per le scoperte dell’editoria indipendente.