Letteratura / Mediateca

Santiago H. Amigorena | Ghetto interiore

Condividilo!
organizzato nell'ambito di:


11 — 15 novembre
Festival Bookcity
Milano

Dibattito in streaming

 

Santiago H. Amigorena, scrittore, Le Ghetto intérieur, POL, 2019.

A Buenos Aires, nel 1940, si ritrovano in un caffè alcuni amici ebrei esiliati, con una domanda: cosa succede nell’Europa da cui sono fuggiti in nave qualche anno prima? Vicente Rosenberg è uno di loro e pensa soprattutto alla madre, rimasta a Varsavia. Lei gli scrive e in una lettera si può leggere: “Hai forse sentito parlare del grande muro che i tedeschi hanno costruito.” Quello sarà il ghetto di Varsavia. Sua madre, bisnonna della scrittore, morirà deportata nel campo di Treblinka II. Santiago H. Amigorena racconta il “ghetto interiore” dell’esilio, quello di un uomo che si è inventato una vita all’estero ma che intuisce la distruzione in corso della propria famiglia, così come di milioni di persone.

Santiago H. Amigorena è un regista, sceneggiatore, produttore e scrittore argentino che vive in Francia. Ha scritto una trentina di sceneggiature per il cinema, tra cui Le Péril jeune di Cédric Klapisch. Scrive inoltre articoli per La Lettre du cinéma e Les Cahiers du cinéma. Dal 1998, Santiago H. Amigorena elabora un progetto letterario intitolato Le Dernier Livre: un progetto in sei parti che corrispondono ognuna a sei anni della vita del narratore. La sua ultima opera, Le Ghetto Intérieur, ha vinto il Prix des libraires de Nancy 2019 e il Premio Liste Goncourt la scelta dell’Italia.


Organizzato da: Festival Bookcity, con il sostegno di Institut français Italia