Dibattiti

Dai sogni ai progetti: architettura, città e archeologia nella Roma napoleonica

Condividilo!
Dialoghi del Farnese 2021
organizzato nell'ambito di:

Giuseppe Valadier, Plan topographique du projet pour la Villa Napoleone à Rome, 1809, Paris, Archives Nationales de France, AF/IV/1571

 

Nell’ambito dei Dialoghi del Farnese e del Bicentenario Napoleone

Dai sogni ai progetti: architettura, città e archeologia nella Roma napoleonica

Mercoledi 26 maggio 2021 alle ore 18.30 

in diretta streaming da Palazzo Farnese in italiano a questo link

 

 

con la partecipazione dell’Ambasciatore di Francia in Italia, Christian Masset,
della Direttrice dell’Ecole française de Rome, Brigitte Marin

e gli interventi di

Susanna Pasquali, Professore associato di Storia dell’Architettura presso la Facoltà di Architettura dell’Università la Sapienza

Claudio Parisi Presicce, Direttore dei Musei archeologici e storico artistici, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali

Adrián Fernández Almoguera, membro scientifico dell’Ecole Française de Rome

Modera Jacopo Veneziani

 

Questo Dialogo del Farnese fa seguito alla giornata scientifica organizzata all’École Française de Rome, «Rome 1814 : continuités et héritages de l’Empire napoléonien dans la capitale de Pie VII». Gli ospiti presenteranno i grandi progetti di trasformazione di Roma nell’epoca in cui fu la seconda capitale dell’Impero napoleonico, esponendo e commentando i grandi progetti urbanistici e le iniziative legate agli scavi archeologici intrapresi tra il 1809 e il 1814. Tra sogno di grandezza e vero gesto politico, l’obiettivo sarà quello di evidenziare l’importanza di quei progetti nella trasformazione della città, offrendo al contempo una riflessione collettiva sul posto occupato da Roma nel sistema politico e culturale costruito da Napoleone in Europa sotto l’Impero.

Susanna Pasquali è Professore associato di Storia dell’Architettura presso la Facoltà di Architettura dell’Università la Sapienza. Ha incentrato la sua attività di ricerca principalmente sull’architettura tra Settecento e Ottocento, pubblicando contributi intorno a diversi temi, tra cui: il riuso dell’antico in età moderna; i rapporti di collaborazione o confronto intercorsi tra gli architetti italiani e quelli stranieri; la crisi dell’architettura tardo barocca, osservata a Roma e altrove; e l’influenza della nascita della storia dell’arte sugli interessi degli architetti verso gli edifici del passato. 

Claudio Parisi Presicce è Direttore dei Musei archeologici e storico artistici, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali​. Curatore di numerose mostre in Italia e all’estero e direttore scientifico di interventi di restauro su monumenti del Campidoglio e su opere d’arte antica, ha fatto parte del gruppo di lavoro che ha diretto la ristrutturazione dei Musei Capitolini, inaugurati nel 2005. 

Adrián Fernández Almoguera è membro scientifico dell’Ecole Française de Rome, con un progetto che analizza l’uso politico dell’architettura, del pensiero urbano e dei progetti archeologici a Roma tra la rivoluzione giacobina e la restaurazione di Pio VII. Ha conseguito un dottorato in storia dell’architettura presso la Sorbonne-Université sul rapporto tra cultura architettonica e contesto storico a Madrid alla fine del XIX secolo.

Jacopo Veneziani tiene una rubrica settimanale dedicata alla storia dell’arte nel programma Le parole della settimana, condotto da Massimo Gramellini il sabato sera su Rai Tre. Dottorando in storia dell’arte moderna alla Sorbona di Parigi, ha pubblicato due libri editi da Mondadori Electa, #divulgo. Le storie della storia dell’arte in 2020, e Simmetrie. Osservare l’arte di ieri con lo sguardo di oggi in 2021.