Cinémardi #11

Un crime à Abidjan

Condividilo!
organizzato nell'ambito di:

Un crime à Abidjan
di Mosco Boucault

Francia, 1998, 90’
Produzione Zek Productions

Versione originale con sottotitoli italiani.
Ingresso gratuito su prenotazione

Sarà presente il regista

Dopo Philadelphie, la fusillade de Mole Street, Mosco Boucault si dedica ai metodi di lavoro della polizia ivoriana. Il 6 febbraio 1995, un ufficiale della polizia giudiziaria viene assassinato. L’inchiesta viene affidata al commissario Kouassi. Per tre mesi e mezzo, il regista seguirà dalla mattina alla sera questo personaggio appariscente, sempre molto elegante, che non ha paura di sporcarsi le mani (arriva a picchiare dei sospettati) ma che non cerca di dissimulare le sue pratiche. Mosco Boucault ha ripreso tutto, gli interrogatori di una violenza insostenibile, la sfilata sconvolgente degli informatori, gli arresti casuali, l’assoluta mancanza di budget. La rarità e l’intensità del film stanno soprattutto nella scelta di prendersi tutto il tempo necessario per le riprese. Tre mesi e mezzo di riprese ad Abidjan, 185 ore di girato per ricavarne, alla fine, 90 minuti estremamente densi. Questa onnipresenza sul terreno, i permessi delle autorità locali per potere riprendere “tutto” contribuiscono molto all’incredibile sensazione di brutalità che si prova guardando Un crime à Abidjan.