Piante e migrazioni: Emanuele Coccia

organizzato nell'ambito di:
Palermo
04 Novembre, 10:30

“Piante e migrazioni”
Passeggiata filosofica con Emanuele Coccia

Domenica 4 novembre, ore 10.30
Dalla radice di Palazzo Butera (via Butera, 18) al ficus di Piazza Marina

Nell’ambito de Il Giardino siciliano come metafora (Palermo, 12 ottobre-10 novembre), il Goethe-Institut e l’Institut français Palermo, in collaborazione con Verein Düsseldorf Palermo e.V. organizzano, domenica 4 novembre, una passeggiata filosofica dal titolo Piante e migrazioni con il filosofo Emanuele Coccia, autore de La vita delle pianteUna metafisica della mescolanza.

In linea con il tema guida di Manifesta 12, Il giardino planetario. Coltivando la coesistenza, che deve il suo nome al paesaggista Gilles Clément e affonda le sue radici nel contesto botanico di Palermo per approfondire i temi della migrazione e del cambiamento climatico, Emanuele Coccia affronterà la questione della sensibilità vegetale intesa come forma di comunicazione, e il nuovo approccio che lega l’uomo ad altre specie viventi, e proverà a tracciare una nuova mappa del mondo partendo dalla capacità degli uomini di migrare e affrancare l’essere umano dalle nozioni di popolo e territorio, proprio come fa Gilles Clément con le piante vagabonde.

La passeggiata, ideata da Giuseppe Barbera (Università degli Studi di Palermo), partirà dalla radice della grande Jacaranda del cortile di Palazzo Butera, ritrovata durante il restauro del palazzo in un canale di passaggio delle acque piovane, per concludersi sotto i rami del grande ficus di Piazza Marina.

Partecipazione gratuita dietro prenotazione al tel. +39 091 7489995 (lun – sab, ore 9-18), fino ad esaurimento disponibilità.
La passeggiata si svolgerà in lingua italiana.
All’inizio dell’incontro verrà consegnata ad ogni partecipante una radioguida.

Biografia

Emanuele Coccia è un filosofo italiano. Specialista di filosofia medievale e di Averroè, insegna all’École des Hautes Études en Sciences Sociales (EHESS, Parigi) dal 2011. I suoi libri si confrontano con il nostro rapporto con la realtà: La vita sensibile (Il Mulino, 2011), Il bene nelle cose (Il Mulino, 2014), sull’estetica della pubblicità.
Ha pubblicato nel 2016 La vie des plantes. Une métaphysique du mélange, presso Payot et Rivages (La vita delle pianteUna metafisica della mescolanza, Il Mulino, 2017).

CREDITS

Organizzatori
Goethe-Institut Palermo, Institut français Palermo
Fondo culturale franco-tedesco, con il sostegno del Ministero degli Affari Esteri della Germania e dell’Institut français Paris 
In collaborazione con
Verein Düsseldorf Palermo e.V.
Partner
Università di Palermo | Palazzo Butera Palermo | CoopCulture
Nell’ambito di Manifesta12 Collateral Events e Palermo Capitale Italiana della Cultura
Nell’ambito di Cultivons notre jardin - Nuovo ciclo di incontri italo francesi sul mondo di domani organizzato da Institut français Italia

Palazzo Butera

Via Butera, 18
Palermo