Letteratura / Mediateca

Incontro con Hoda Barakat

Condividilo!

Lunedì 9 dicembre, ore 17.00
Institut français Palermo - Mediateca

Incontro con Hoda Barakat (scrittrice) e Samuela Pagani (traduttrice)

Nell’ambito di La parola alla Siria. Voci creative di donne in esilio. Progetto organizzato dalla Biblioteca delle donne e Centro di consulenza legale - Udipalermo onlus

Hoda Barakat è scrittrice, giornalista e traduttrice. Nata in Libano, vive a Parigi dal 1989. In Francia è stata insignita del titolo di Cavaliere dell’Ordine delle arti e delle lettere nel 2002 e dell’Ordine nazionale al merito nel 2008. Nel 2018 ha ricevuto il Premio Al Owais e solo poche settimane fa con il suo ultimo romanzo Corriere di notte (La Nave di Teseo, 2019) ha vinto l’International Prize for Arabic Fiction, il più importante premio per la letteratura araba.
Tradotte in italiano ricordiamo: Lettere da una straniera (Ponte alle grazie, 2006), L’uomo che arava le acque (Ponte alle grazie, 2003), Malati d’amore (Jouvence, 2002).

LA PAROLA ALLA SIRIA. VOCI CREATIVE DI DONNE IN ESILIO

Sulle tragiche vicende della guerra in Siria e nell’area mediorientale c’è un oscuramento che raggela i cuori; sulla distruzione e sui disastri causati dalla guerra civile e dall’intervento delle cosiddette grandi potenze e dell’Isis c’è un’assenza di analisi che suscita un tragico sgomento; sulla disgregazione di un popolo costretto a trovare riparo in campi profughi e in alcuni paesi europei c’è un silenzio che grava sulle nostre coscienze e ci rende complici della devastazione.
La parola alla Siria. Voci creative di donne in esilio vuole dare la parola a chi conosce la storia di quell’area e in primo luogo alle donne esuli che, nonostante la tragedia tangibile e simbolica, non hanno reciso grazie alla loro creatività il legame con una matrice di pensiero mediterranea che considera come valori primari l’attenzione all’altra/o, la compassione, la giustizia.
Parteciperanno artiste, scrittrici e intellettuali rappresentative dell’area mediterranea e mediorientale che vivono fuori dai loro Paesi d’origine e che attraverso le loro opere testimoniano una forma di resistenza al brutale esercizio della forza, manifestando lucidità, coraggio e desiderio di futuro. Attraverso le loro opere e documenti, frutto di una memoria creativa, ci potranno aiutare a leggere e a comprendere con maggiore chiarezza gli ultimi accadimenti nell’area mediterranea e medio-orientale e guidare verso un approccio più sensato alla realtà attuale
Confidiamo, infine, che da Palermo si possa levare un messaggio costruttivo fondato su una lettura delle cronache più rispondente alla realtà dei fatti e idoneo a tessere relazioni umane che mantengano la memoria del passato in vista di un futuro meno cruento e meno gravato dalle ingiustizie

Calendario degli incontri

Lunedì 2 dicembre ore 16.30 - Centro sperimentale di cinematografia, Cantieri culturali alla Zisa, via P. Gili 4
MAHA HASSAN e MARTINA CENSI
Martedì 3 dicembre 2019 ore 16.30 - Sala Consiliare Comunale – piazza Pretoria
DOMENICO QUIRICO e COSTANZA QUATRIGLIO
Mercoledì 4 dicembre ore 17 - Galleria Le Nuvole, vicolo Ragusi 35 (angolo via Del Celso 14)
MARAM AL-MASRI e FRANCESCA TRAÌNA
Giovedì 5 dicembre 2019 ore 16.30 - Centro internazionale di fotografia, Cantieri culturali alla Zisa, via P. Gili 4
SANA YAZIGI e LETIZIA BATTAGLIA
Venerdì 6 dicembre 2019 ore 16.30 - Galleria d’Arte Moderna, via Sant’Anna, 21
SUAD AMIRY e STEFANIA BERTONATI
Sabato 7 dicembre 2019 ore 10 - Cinema Rouge et Noir, piazza Verdi, 8
Omaggio a Paolo Dall’Oglio: GIANCARLO GAETA e FRANCESCA DALL’OGLIO
Lunedì 9 dicembre ore 17 - Institut français Palermo, Cantieri culturali alla Zisa, via P. Gili 4
HODA BARAKAT e SAMUELA PAGANI