Cinema & audiovisivo

ResCinema - rassegna di cinema restaurato

Condividilo!

 

18 dic ore 18 - 23
ResCinema - rassegna di cinema restaurato

ore 18 Cinemediterranea / Cinémémoire

  • Cinemediterranea: incontro con un archivio audiovisivo del Mediterraneo-Napoli
    Carta bianca a Cinémémoire (archivio cinema amatoriale Marsiglia).

    Intervento su documenti audiovisivi relativi a Marsiglia e a Napoli nelle loro collezioni; riflessioni incrociate sul cinema di famiglia e amatoriale del Mediterraneo.

ore 20 Due film restaurati per due città del mediterraneo

presentati da un referente del restauro della Gaumont 

  • TONI di Jean Renoir 

F1935 / 84’/
con Charles Blavette, Jenny Hélia, Célia Montalvan, Edouard Delmont
Restauro a cura di Gaumont (2020)

“Un mondo di patriarchi e di capimastri, un mondo in cui l’arcaico – il soldo, la roba, la terra – s’intreccia con le forme di sfruttamento attuali. E il sesso è ossessione, passione, eros a fior di pelle, in un incrociarsi di destini che spingeranno Toni a pagare per un delitto che non ha commesso. Quello di Renoir è uno stupendo mélo proletario, possente e vero”. (G. Volpi)
Uno dei più possenti film di Renoir degli anni Trenta.

 

  • A PROPOS DE NICE di Jean Vigo e Boris Kaufman

F1930 / 25’/
Restauro a cura di Gaumont (2017)

«In questo film – interprete una città le cui manifestazioni sono significative – si assiste al processo di un certo mondo. In realtà, non appena indicate l’atmosfera di Nizza e lo spirito della vita che vi si conduce (e che si conduce anche altrove, purtroppo!), il film muove alla generalizzazione degli insulsi divertimenti, messi sotto l’insegna del grottesco, della carne e della morte, ultimi bruschi trasalimenti d’una società che si abbandona, fino a darvi la nausea e a farvi complici di una soluzione rivoluzionaria.»
(Jean Vigo, Verso un cinema sociale,14 giugno 1930)

«La mia prima intenzione era procurare la nausea. Rendere intollerabile, almeno al cinema, ciò che si guarda con indifferenza, con compiacimento, con piacere a grandezza naturale! E procurare sollievo con immagini di operai e del clima delle fabbriche. Ecco. Continui ad aiutarmi a cercare difare del mio meglio. Solo a leggerla, mi ritorna il coraggio. Grazie.»

(Lettera di Jean Vigo a Jean Painlevé, 7 ottobre 1930)