Ernest Pignon Ernest - EXTASES

Condividilo!
organizzato nell'ambito di:

 

Ultimi giorni ! Fino al 19 maggio 2019, la Chiesa di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco ospiterà la mostra di Ernest Pignon-Ernest che racconta di donne, misticismo, corpo e sensi, amore…


In dialogo da quasi 20 anni con le grandi figure mistiche che sono Maria Maddalena, Ildegarda di Bingen, Angela di Foligno, Caterina da Siena, Teresa d’Avila, Maria dell’Incarnazione, Madame Guyon, Luisa del Nulla.

La mostra a Napoli rappresenta la volontà dell’artista di concludere nella città che lo ha ispirato nella lettura dei testi delle sante.

Ernest Pignon-Ernest ha concepito un’installazione innovativa per esprimere la materialità e la sensualità di questi corpi di donne che aspiravano alla disincarnazione.

Nell’austero e sublime ipogeo del Complesso Museale Purgatorio ad Arco, dove è ancora presente il culto devoto di tante donne si resta affascinati dalla grande messa in scena barocca che si tuffa nell’intimità delle più grandi figure mistiche del cristianesimo. I disegni che si dispiegano tra l’oscurità e la luce, svelano il corpo di otto donne in piedi, nude a grandezza naturale, trasportate nell’estasi dell’amore per Dio.

«Il lavoro che ho fatto a Napoli durante molti anni mi ha portato a leggere Teresa d’Avila e poi gli scritti di altri grandi mistici (di loro o del loro confessore).
Probabilmente, perché ho fatto del corpo l’oggetto e il soggetto di tutte le mie esplorazioni, cosa hanno detto sull’anima e sul corpo mi ha affascinato. Nel 1992, per passare da questo fascino all’interrogativo, come una ricerca e una sfida, ho immaginato il loro ritratto, ho cercato di rappresentare l’irrapresentabile, la carne che aspira a disassemblarsi.
“Come esprimere queste intense contraddizioni, questi paradossi spirituali e carnali, questi corpi mascherati e svelati, attraversati dal piacere e dall’ansia, dal desiderio e dal rifiuto?” André Velter
Da questa ricerca che si è sviluppata durante anni in parallelo con altri risultati, resta oggi un centinaio di disegni e schizzi preparatori e ritratti a grandezza naturale delle otto mistiche che mi hanno appassionato: Marie-Madeleine, Ildegarda di Bingen, Angela di Foligno, Caterina da Siena, Teresa d’Avila, Marie de l’Incarnation, Madame Guyon, Luisa del Nulla.»

 
 

L’esposizione, curata da Carla Travierso, organizzata da Ciro Costabile, coordinata da Francesca Amirante, è stata prodotta dall’Associazione La Musa Partenopea.

È sostenuta dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, dall’Ambasciata di Francia, dalla Fondazione Nuovi Mecenati, dall’Institut Français Italia, dall’Institut Français Napoli, dall’Opera Pia Purgatorio ad Arco onlus, dal Complesso Museale di Santa Maria delle Anime del Purgatorio e ha ricevuto il Matronato della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee.

EXTASES è inoltre realizzata in collaborazione con ShowDesk e Dafna Gallery.