Arti visive

Lapide dei francesi di Toscana caduti nella grande guerra

Condividilo!

Lapide dei francesi di Firenze e della Toscana caduti durante la prima guerra mondiale

 

La lapide è stata inaugurata giovedi 08 novembre 2018, in occasione del centenario della fine della prima guerra mondiale.

L’INAUGURAZIONE E STATA accompagnata dalla lettura di testi di Poilus (fanti, soldati nelle trincee francesi durante la Guerra) e di pace, da parte degli alunni del liceo francese Victor Hugo. (Clicca qui per leggere i testi)

 

La lapide risulta essere stata lasciata in legato al Consolato nel 1954 – iscritta all’inventario del Consolato Generale di Francia a Firenze il 12/05/1954.

L’artista che l’ha realizzata e firmata è stato individuato in Frédéric Soulacroix, pittore e incisore francese, nato a Roma il 01/10/1858 e morto a Cesena nel 1933. 

Frédéric Soulacroix è cresciuto a Roma. Nel 1863 la famiglia segue il padre, Charles Soulacroix, lui stesso pittore famoso, in Francia per tornare a Firenze nel 1870. 

Nel 1873, all’età di 15 anni Frédéric frequenta l’Accademia di Belle Arti di Firenze e nell’ottobre 1976 e ammesso alla Scuola di Pittura. Ha vissuto a Firenze con la sua famiglia.

Padre di 5 figli, uno di loro, Olivier, è uno dei caduti che compare sulla lapide.  

Le autorità francesi hanno nominato Frédéric SOULACROIX e sua moglie Julie Fernande BLANC «  Officiers d’Académie ».

- Frédéric Soulacroix nel 1924, come artista-pittore, membro del Comitato dell’Alliance Française di Firenze, per la « sua dedizione alla causa francese »

- Julie Fernande BLANC, sua moglie, nel 1954 per «  servizi resi alla cultura francese ».

Potrebbe essere in quell’occasione che la lapide è stata regalata al Consolato.

Nel 1929 Frédéric SOULACROIX è stato nominato « Chevalier de la Légion d’honneur ». 

Le insegne sono state consegnate dal Console Generale di Francia Sig. Sébastien COLONNA-CESARI)

 

 

© Elena Foresto