Dibattiti

MANIFATTURE: COLLEZIONI E CREAZIONI

Condividilo!

MANIFATTURE: COLLEZIONI E CREAZIONI

martedì 08 ottobre 2019 (18:00)

Conferenza : “Manufatti e creatori, commissioni pubbliche o private?”  

Questa conferenza affronta il tema della creazione nel corso del tempo in un contesto ben preciso, quello delle manifatture, mettendo a confronto due realtà tra le più importanti al mondo: Sèvres e Ginori.

Storicamente è la porcellana cinese a suscitare un’emulazione in Europa: gli scienziati si lanciano nella ricerca del famoso processo che permette di ottenere queste ceramiche cosi  bianche e fini. A Meissen in Sassonia che si trova un giacimento di caolino che consente l’apertura della prima manifattura di porcellana in Europa nel 1710, sotto l’egidia di Augusto il Forte, principe elettore. Meissen è presa a modello delle numerose manifatture che apriranno in tutta l’Europa durante l’Illuminismo. Tra le più famose, la manifattura di porcellana di Sèvres in Francia, inaugurata sotto l’impulso di Luigi XV e dalla sua favorita, la marchesa di Pompadour, nel 1740. Nello stesso tempo, in Italia, non tanto lontano da Firenze, il marchese Carlo Ginori ordinava a Doccia la fondazione di una manifattura di porcellana nel 1735. 

Queste due manifatture, pur essendo oggi diventate musei, continuano a creare nuovi pezzi. Mantengono una posizione di spicco nell’arte contemporanea, infatti i laboratori di Sèvres sono presenti alla FIAC (Fiera Internazionale d’Arte Contemporanea). Nel 1923 la direzione artistica della Manifattura di Ginori è affidata al famoso architetto e designer, Gio Ponti (1891-1979), a cui il Musée des Arts Décoratifs di Parigi  ha dedicato recentemente una mostra (fino al 5 maggio 2019). 

La conferenza è quindi l’occasione di identificare chiaramente il legame tra creatori e committenti incarnato da una manifattura. L’Institut français de Florence; che conserva due vasi di Sèvres, ha pensato di invitare la manifattura di Sèvres a quest’incontro. La procellana illustra anche il nesso stretto tra uso quotidiano (vaso, piatti…) e opera d’arte, riaffermati dal design nel 900.

 

Interventi

  • Sophie Dumas-Bouilhet, commissaire de l’exposition Tutto Ponti, Gio Ponti archi-designer au Musée des Arts Décoratifs de Paris.
  • Olivia Rucellai, ancienne directrice du musée Doccia.
  • Christine Germain-Donnat, conservateur en Chef, directrice du Patrimoine et des Collections de la manufacture de Sèvres.