Dibattiti

La Guilde si presenta alla Città di Firenze

Condividilo!
Assemblea generale e cena a seguire

La Guilde Internationale des Fromagers si presenta alla Città di Firenze

Venerdì 6 marzo 2020

Ore 18: Assemblea generale, presso Palazzo Lenzi, piazza Ognissanti 2 , Firenze

Presentazione completa

Ore 20: cena, con buffet a cura di Emanuela Perenzin, presso Westin Excelsior Hotel, piazza Ognissanti 3, Firenze

MenU della cena 

Costo 80 a persona

  • Pagamento anticipato
  • IBAN: IT37Y0200822690000105761606
  • Causale: “Elargizione Firenze – venerdì 6 marzo 2020”


 

Che cos’è la Guilde Internationale des Fromagers?

Si tratta di un’organizzazione non-profit che si propone di riunire il settore lattiero-caseario a qualsiasi livello. Essa si è unita alla Confraternita di St. Uguzon il cui scopo è quello di trasmettere il savoir-faire dei casari. La Guilde è aperta a tutti i professionisti del settore lattiero-caseario siano essi allevatori, casari, produttori, trasformatori, affinatori o rivenditori. La Confraternita di St. Uguzon è riservata a gourmet, ristoratori, uomini di scienza e arte, media e più in generale a tutte le persone che hanno il palato adatto a scoprire i piaceri dei prodotti caseari. Al fine di diffondere in maniera capillare il messaggio e la filosofia sono stati creati club ed ambasciate in oltre 33 paesi di cui 12 europei come Francia, Svizzera, Italia e Germania. Sotto la bandiera del “Club New World”, sono attivi club negli Stati Uniti, Canada, Messico e Australia. Altri Club e Ambasciate si trovano in Sud America, oltre che in Russia, Reppublica Ceca, Israele e Giappone. Sono organizzati in tutto il mondo più di 20 capitolo all’anno.

Qual è la sua missione?

La missione della Guilde è quella di promuovere la nobiltà dei prodotti lattiero-caseari e del lavoro delle donne e degli uomini che operano in questo settore. La Confraternita di St. Uguzon premia gli interventi di quelle persone che con il loro impegno pubblico o politico promuovono i prodotti del territorio.

Qualche parola sulla sua storia

La Guilde è stata creata nel 1969 da Pierre Androuet, conosciuto come ‘il Papa del formaggio’ e autore di molte opere, che ne è anche stato il Prévôt (presidente) fondatore. Dal 1992 Roland Barthelemy ha preso il suo posto. Il dinamismo della Prévôté e di tutti gli Ambasciatori e la pubblicità che tutti i membri della Guilde fanno, porta ad un numero sempre crescente di produttori di formaggio e buongustai.

Chi è St. Uguzon/San Lucio

Facendo delle ricerche sulla letteratura della canonizzazione del XVI secolo, Pierre Androuet ha scoperto che un pastore vissuto attorno al ‘600, conosciuto sia come “Lucio” che come “Uguzzone” aveva intravisto l’importanza della caseificazione termica. Utilizzando questa tecnica produceva più formaggio rispetto agli altri pastori, che offriva ai più poveri e più svantaggiati, fino a quando il suo padrone non se ne accorse. Si dice che nel luogo in cui perse la vita, vi è una sorgente che guarisce gli occhi irritati. Fu così che nacque il culto di San Lucio – Uguzon che viene celebrato il 12 luglio. Ogni anno il piccolo paesino di Cavargna(Co) attira una grande folla di pellegrini, anche se la più grande solennità ha luogo per San Rocco (il 16 agosto). In questo paesino di confine si celebra una grande festa popolare italiana e svizzera che diventa zona franca in onore del santo patrono dei casari.

Confraternita italiana

Fondata nel 2015, oggi conta 90 associati provenienti da tutta Italia. L’oggetto sociale prevede il rilancio della figura del formaggiaio, inteso come figura professionale, che conosce il mondo lattiero-caseario, il modo di presentare i formaggi ,la modalità di conservazione ,con la nobile missione di tramandare la cultura casearia al consumatore finale ed allo stesso tempo dare la possibilità ai giovani di imparare un mestiere, in grado di preservare e tramandare la tradizione casearia del nostro Paese. Sono ben accetti nuovi associati, in grado di condividere questa comune passione per il formaggio in tutte le sue declinazioni a latte crudo , pastorizzato , burro ecc. ,respirando il clima conviviale e di amicizia tipico di una confraternita. Durante l’anno vengono organizzati concorsi, conferenze oltre a capitoli in occasione dei quali vengono intronizzati nuovi soci oppure semplici occasioni di incontro per ravvivare l’amicizia tra i componenti dell’associazione.