En compagnie des hommes. La preoccupazione ecologica in Africa | Cultivons notre jardin | Dibattito

30 Ottobre, 18:00

En compagnie des hommes. La preoccupazione ecologica in Africa

Véronique Tadjo, scrittrice e Dacia Maraini, scrittrice

Nell’ultima opera di Véronique Tadjo, En compagnie des hommes (Don Quichotte, 2017), un virus mortale e senza cura minaccia l’estinzione della specie umana. Un baobab, albero primo, eterno e simbolo di saggezza, prende la parola e risveglia la memoria dell’umanità. Sotto la sua ombra, uomini, donne, bambini in piena emergenza, soldati assetati di sopravvivenza, affidano al Baobab la loro lotta contro gli effetti devastanti dell’Ebola: il dottore che, giorno dopo giorno, cura i malati sotto una tenda; l’infermiera, un’ostetrica, i cui gesti e la cui attenzione restituiscono un briciolo di umanità; i becchini che, di fronte all’ecatombe, seppelliscono i corpi nel suolo rosso; i contadini che rinunciano alle loro usanze tradizionali pur di sconfiggere il virus.

  • Véronique Tadjo vive tra Londra e Abidjan, dopo 14 anni vissuti a Johannesburg, dove ha diretto il Dipartimento di Francese e di Studi francofoni dell’Università di Witwatersrand (2007-2015). È nata a Parigi da padre ivoriano e da madre francese, ma è cresciuta in Costa d’Avorio. Figura polivalente, è poetessa, autrice di romanzi, accademica, pittrice, autrice di libri per l’infanzia che illustra da sola. I suoi romanzi e le sue poesie rivivono la storia familiare (Loin de mon père), la storia nazionale (Reine Pokou) e una delle tragedie africane più atroci del nostro tempo, il genocidio dei Tutsi in Ruanda, (L’ombre d’Imana).
  • Dacia Maraini, voce di spicco nel panorama letterario italiano, vincitrice nel 2012 del premio della Fondazione Campiello, ha scritto poesie, saggi, romanzi e di teatro. Nelle sue opere ha delineato delle figure di donne complesse e determinate, inserite in una riflessione su molteplici tematiche sociali e storiche. Tra le sue opere più recenti, la biografia Chiara di Assisi. Elogio della disobbedienza (2013), La bambina e il sognatore (2015), e Tre donne (2017).

Organizzato da: Natasa Raschi, Università di Perugia, in collaborazione con Institut français Centre Saint-Louis e Institut français Italia

Dibattito
30 ottobre alle ore 18.00
Institut Français, Centre Saint-Louis, Largo Giuseppe Toniolo,20-22, Roma



 

Institut français - CSL

Largo Toniolo, 20/22
Roma