Report - Goût de France 2018 a Palazzo Farnese

 

Si è svolto il 21 marzo 2018 «Goût de France», quarta edizione dell’iniziativa di promozione dell’enogastronomia e dello stile di vita francese, con la partecipazione oltre 3000 ristoranti che, nei cinque continenti, celebrano la gastronomia francese.

L’evento clou ha avuto luogo a  Palazzo Farnese, dove Christian Masset, Ambasciatore di Francia in Italia, ospitando un incontro moderato dal regista Jonathan Nossiter, con Lucio Cavazzoni, il fondatore della cooperativa Alce Nero, Olivier Roellinger, chef bretone e specialista delle spezie, e tre viticoltori italiani e francesi: la toscana Giovanna Tiezzi, l’alsaziano Pierre Frick, e il bordolese Pascal Amoreau, dalla tenuta Chateau Le Puy. Ad arricchire la serata una degustazione di vini biologici e biodinamici.

«Quest’anno, per l’operazione Gout de France - sottolinea l’Ambasciatore Masset - abbiamo scelto di parlare di un settore molto speciale per i nostri due paesi: l’enogastronomia, due settori di eccellenza della Francia e dell’Italia. Tale eccellenza si appoggia sempre più su prodotti biologici. Oggi, circa il 9% dei vigneti francesi è bio, l’11% in Italia: numeri che sono in costante progressione. Ragione per la quale quest’anno, per Gout de France, abbiamo deciso di mettere in risalto i vini biologici. Palazzo Farnese diventa così, per una serata, un vero e proprio laboratorio d’innovazione culturale legata ai piaceri della tavola e al futuro del nostro pianeta».

La gastronomia e l’enologia sono citate da quasi un terzo dei turisti internazionali tra gli elementi principali che hanno motivato i loro viaggi in Francia, prima destinazione turistica mondiale. L’operazione Gout de France offre così l’opportunità di scoprire l’art de vivre alla francese e i prodotti del territorio, valorizzando la destinazione Francia. «La ricchezza della nostra cucina, l’inserimento del «pasto gastronomico dei Francesi» nella lista del patrimonio culturale immateriale dell’Unesco, rendono i nostri territori mete uniche, che propongono esperienze gastronomiche diversificate e di continuo rinnovamento. In quest’occasione, voglio ringraziare l’insieme dei ristoratori e delle scuole in tutt’Italia che partecipano a tale momento di scambio tra i nostri due paesi», conclude l’Ambasciatore di Francia in Italia.

Œnothèque bio
Dialogo franco-italiano sull’enogastronomia biologica
moderato da
Jonathan Nossiter, Regista e scrittore
con
Giovanna Tiezzi, Vignaiola biologica, Azienda Agricola Pacina, Chianti
Pascal Amoreau, Vignaiolo biodinamico, Domaine Château Le Puy, Bordeaux
Pierre Frick, Vignaiolo biodinamico, Domaine Pierre Frick, Alsazia
Lucio Cavazzoni, Presidente di Alce Nero
Olivier Roellinger, Chef e specialista di spezie

con la partecipazione di Sylvain Herviaux, Meilleur ouvrier de France Boulangerie e Presidente dei MOF francesi sezione Boulangerie e Ilham Moudnib, Chef Pâtissière
In collaborazione con Bioristoro, Savencia Fromages, Valrhona, Janzé Volailles, Comptoir de France, Cobrenord, Interbio Nouvelle Aquitaine.
Con i vini biologici e naturali de La Pattuglia enogastronomica
Vettore Ufficiale Airfrance

RIASCOLTATE LO STREAMING INTEGRALE DELLA MANIFESTAZIONE