La cooperazione e l'azione culturale

La forte passione per le arti è un tratto che storicamente accomuna la Francia e l’Italia, consolidando la cooperazione tra i due paesi e lo sviluppo degli scambi su tutto il territorio italiano.

L’Institut français Italia, ente pubblico responsabile dell’azione culturale della Francia, lavora attivamente per il dialogo tra le culture e la trasmissione dei saperi attraverso la creazione di grandi piattaforme di diffusione. Dallo spettacolo dal vivo alle arti visive, dalla letteratura al cinema passando per il dibattito intellettuale, gli scambi culturali tra la Francia e l’Italia si distinguono per ricchezza e dinamismo eccezionali, potendo contare anche sulla vitalità delle quattro antenne dell’IFI e su solide partnership.

La cooperazione artistica

La cooperazione artistica tocca le arti dello spettacolo, le arti visive, le arti plastiche, il patrimonio e l’architettura. Per anni, in Italia, diversi festival tematici hanno scandito l’attività dell’Institut français: Suona francese per la musica, FranceDanse per la danza contemporanea e Piano, piattaforma italiana per l’arte contemporanea. Dal 2015 queste discipline sono raggruppate in un’unica stagione, la Francia in Scena, il cui obiettivo è quello di rendere noto al pubblico il meglio di una creazione francese che si distingue per ricchezza, singolarità e ricerca costante.

L’azione dell’Institut français Italia si articola nella promozione e diffusione della creazione contemporanea francese sulla scena artistica italiana e sul mercato delle industrie culturali e nella creazione di una cooperazione importante con i partner italiani. Questa cooperazione è resa possibile grazie a legami forti e duraturi con le istituzioni italiane, pubbliche e private e con partner importanti della scena culturale europea.

Tra le missioni dell’Institut français Italia vi è anche quella di favorire lo scambio di saperi, di know-how e di competenze tra gli attori culturali italiani e francesi grazie all’organizzazione di formazioni superiori, di incontri professionali e di progetti bilaterali. L’IFI opera in sinergia con altri attori della diplomazia francese d’influenza, in particolare con una vasta rete di Alliances françaises, Conservatori superiori di musica e di danza e con le scuole di formazione superiore d’arte in Francia.

Particolarmente attento alla creazione contemporanea, l’Institut français Italia promuove l’interdisciplinarietà e la nascita di nuove pratiche grazie a diverse coproduzioni, residenze di creazione e tournées nazionali di giovani artisti. L’azione dell’IFI contribuisce quindi all’accompagnamento e alla promozione dei nuovi talenti sulle scene artistiche italiane e alla realizzazione di una programmazione di qualità rivolta a un pubblico sempre più ampio e rinnovato, con uno sguardo particolare verso le nuove generazioni.

La Francia in scena

Creata nel 2015, la Francia in scena è la stagione artistica unica dell’Institut français Italia, un’operazione di grande rilievo organizzata annualmente con il sostegno dell’Institut français, dei Ministeri francesi degli Affari esteri e dello sviluppo internazionale, della Cultura e della Comunicazione e infine della Fondazione Nuovi Mecenati.

Da maggio a novembre, su tutto il territorio nazionale (oltre 30 città), più di 400 artisti e compagnie francesi propongono al pubblico italiano oltre 150 appuntamenti tra spettacoli dal vivo, danza, musica, circo e arti di strada, teatro, performance, mostre d’arte contemporanea, street-art, incontri sul design. Al giovane pubblico è riservata una programmazione specifica e un importante accordo triennale nell’ambito della formazione superiore è rivolto ai giovani dall’elevato potenziale musicale e artistico.

Cooperazione nel settore audiovisivo

Francia e Italia hanno in comune una grande passione per quella che è stata definita la “settima arte”: entrambi i paesi hanno infatti contribuito in modo significativo allo sviluppo del cinema.

Partendo da questo rapporto privilegiato, l’Institut français Italia opera per mantenere vivi e sviluppare i legami tra le nostre due cinematografie, presentando il meglio della creazione francese contemporanea in Italia.

Lanciato nel 2011 dall’Institut français, il festival Rendez-vous, appuntamento con il nuovo cinema francese presenta, in versione originale, una trentina di film francesi non ancora usciti nelle sale italiane.

Tale iniziativa ha riscosso grande successo non soltanto presso il pubblico, ma anche tra gli addetti ai lavori francesi e italiani, ed è riuscita così nell’intento di promuovere in tal modo nuove acquisizioni da parte dei distributori italiani.

L’Institut français sostiene attivamente le iniziative italiane nel campo del cinema, in modo particolare il festival France Odéon, rassegna autunnale di cinema francese a Firenze. Inoltre collabora con altri importanti festival, come Il Festival Internazionale del Film di Roma, il MIA - Mercato Internazionale dell’Audiovisivo, il Roma Fiction Fest, il Forum di coproduzione When east meets west del Trieste Film Festival, il Festival dei Popoli di Firenze, e altri ancora.

All’interno di questo clima di dialogo e di reciproche influenze, l’Institut français Italia promuove una vera politica  dell’audiovisivo, in un momento in cui in questo settore emergono nuove importanti sfide, dal tema dei diritti d’autore alla piaga della pirateria, al digitale, alla televisione interconnessa, a internet e ai video on demand.

Cooperazione nel settore del libro

Il settore del libro dell’Institut français Italia ha come missione quella di promuovere l’editoria e gli autori francesi in Italia, con il sostegno di altre istituzioni francesi competenti: l’Institut français, il servizio del libro e della lettura del ministero francese della cultura, il BIEF (Ufficio internazionale per l’editoria francese) e il CNL (Centro nazionale del libro) insieme alle istituzioni italiane omologhe: la Direzione generale delle biblioteche, degli Istituti culturali e del diritto d’autore del Ministero per i beni e le attività culturali, il centro per il libro e la lettura, l’AIE (Associazione italiana degli editori).

Questa promozione avviene anche attraverso la collaborazione con gli editori italiani che pubblicano autori francesi, in particolare invitando gli autori francesi a venire in Italia nella rete degli Institut français o nell’ambito di festival letterari.