Tecnica, ambiente e cittadinanza | Cultivons notre jardin | Dibattito

26 Settembre, 17:15

Tecnica, ambiente e cittadinanza

Francesco Luca Basile, chimico e Laura Centemeri, sociologa
Modera: Elena Davigo, storica, Università degli studi di Firenze

Il dibattito intende esplorare i legami fra scienza, sviluppo sostenibile e partecipazione collettiva. Numerose mobilitazioni cittadine hanno cercato di mettere in risalto la necessità di uno scambio democratico attorno a problemi che, a prima vista, potevano sembrare riservati ai soli specialisti o presentarsi come esenti da implicazioni politiche. Così sono nate le proteste contro l’ampliamento dell’aeroporto di Malpensao la realizzazione del passante di Bologna. Come mostra l’iniziativa bolognese Aria Pesa, coordinata dal professore Basile e volta ad un campionamento collettivo del biossido di azoto nell’aria, i cittadini possono investire in prima persona in un campo che concretamente riguarda tutti. La nascita e lo sviluppo di questi movimenti – che spesso stentano ad imporsi nel dibattito pubblico – si collegano a questioni centrali del nostro tempo, dalla qualità della vita all’organizzazione dei mezzi di produzione e alla distribuzione della ricchezza.

  • Francesco Luca Basile è un chimico italiano, professore associato di Chimica industriale all’Università di Bologna. Responsabile del gruppo Ambiente per Coalizione Civica per Bologna, è particolarmente legato all’iniziativa Aria Pesa, volta a misurare in un modo capillare e partecipativo la qualità dell’aria a Bologna. È anche intervenuto sulla questione del passante autostradale di Bologna.
  • Laura Centemeri è una ricercatrice in sociologia ambientale. Si occupa di problemi ambientali e mobilitazioni sociali; è autrice di un libro sul disastro di Seveso (Ritorno a Seveso. Il danno ambientale, il suo riconoscimento, la sua riparazione, Bruno Mondadori Editore, 2006). Ha lavorato in centri di ricerca in Italia e in Portogallo; attualmente è in Francia presso il CNRS, dove svolge ricerche sul movimento «glocal» della permacultura.
    Si è interessata ai processi di partecipazione in relazione all’inquinamento o alla pianificazione industriale, come nel caso dell’ampliamento dell’aeroporto di Malpensa.

Organizzato da: Fabien Coletti, Lettore di scambio Università di Bologna/Institut français Italia, in collaborazione con Maria Chiara Sbiroli, Fondazione Gramsci Emilia Romagna, e Aurélie Rambaud, direttrice Alliance française Bologna.

Fondazione Gramsci Emilia Romagna

Mentana 2
Bologna

Phone: 051 223102