Arti visive

Rodolfo Siviero e Rose Valland

Condividilo!
Il salvataggio di beni culturali durante la seconda guerra mondiale.

 

 

Il salvataggio di beni culturali, sia privati ​​che pubblici, in Francia e in Italia durante la seconda guerra mondiale.

 

Buongiorno a tutti

Avevamo previsto di organizzare una giornata di studio l’8 maggio presso l’Istituto francese di Firenze sul tema del salvataggio di beni culturali, sia privati ​​che pubblici, in Francia e in Italia durante la seconda guerra mondiale. Questa giornata di studio, che è stata rinviata al 2021, è stata l’occasione per invitare esperti francesi e italiani, condividere un periodo della nostra storia e presentare personaggi importanti, talvolta dimenticati, che sono stati coinvolti nel salvataggio di collezioni pubbliche o private, in Francia o in Italia.

In occasione della giornata del 25 aprile, per commemorare la liberazione dell’Italia, vi invito a scoprire il documentario prodotto da Massimo Bacattini, « L’arte in guerra » attraverso l’intervista trasmessa su RAI 3 sabato 25 aprile alle 13:00, all’interno di « Bellitalia ».
Si parlerà in particolare del ruolo di Rodolpho Siviero, coinvolto nel salvataggio delle collezioni pubbliche italiane.

Dal lato francese, un altro personaggio di nome Rose Valland è stato coinvolto nel recupero di collezioni ebraiche private. Un documentario intitolato « L’espionne au tableau, Rose Valland face au pillage nazi » è stato prodotto nel 2015 da Brigitte Chevet.

Il DVD è disponibile presso la mediateca dell’Istituto francese di Firenze, disponibile per il prestito, appena riaprirà.


Vi dico dunque a presto

Manon Hansemann, direttrice e console